Bocconcini fritti al profumo di limone

bocconcini-fritti-al-profumo-di-limone


300 g di farina 00
200 g di farina manitoba
120 g di zucchero
80 g di burro morbido
300 ml di latte
1 uovo
1 cucchiaio di estratto di vaniglia

1 pz di sale
5 g di lievito di birra disidratato (mastro fornaio)
scorza grattugiata di 1 limone bio

Preparazione: versare le farine, lo zucchero e il lievito nella bacinella della planetaria, munita di gancio, e miscelare per bene. Versare il latte e l’uovo in un boccale e battere con una forchetta. Azionare la macchina e versare pian piano tutto il liquido. Lasciar lavorare la macchina una decina di minuti. Ora versare il burro a fiocchetti ed infine la scorza di limone e la vaniglia. Impastare ancora per 8 minuti circa. Poco prima della fine aggiungere un pizzico di sale. Una volta amalgamato per bene spegnere. Coprire la bacinella con pellicola e mettere a lievitare nel forno spento con la luce interna accesa per circa due ore. Sarà pronto quando avrà raddoppiato il volume.

Inoltre occorrono:
q.b. zucchero semolato
1 l di olio d’arachide per friggere

Trascorso il tempo di lievitazione, ungersi le mani con l’olio, staccare delle palline di impasto e friggerle in abbondante olio bollente. Sgocciolarle nella carta assorbente poi passarle nello zucchero semolato.

Crostata morbida alla nocciola con farcia alla nutella

crostata-morbida-alla-nocciola-con-farcia-alla-nutella

350 g farina 00
50 g farina di nocciola
250 g di burro morbido
4 tuorli
50 g di pasta di nocciola
100 g di zucchero semolato
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
1 bustina di lievito
200 g di nutella
100 ml di panna liquida per dolci
q.b. zucchero a velo


Preparazione: impastare tutti gli ingredienti (tranne la nutella e la panna) fino ad ottenere un panetto liscio e ben amalgamato. Coprire con pellicola e riporre in frigo per un’oretta. In una terrina porre la nutella ed inserire pian piano la panna (leggermente scaldata) amalgamando con un cucchiaio. Trascorso il tempo di riposo, stendere la frolla (conservarne un pezzo per le losanghe superficiali) e, con essa, rivestire una teglia da 21-22 cm di diametro. Farcire con la nutella, decorare con delle losanghe di frolla ed infornare in preriscaldato ventilato a 170° per 20 minuti. Lasciar raffreddare completamente il dolce prima di sformarlo o la farcia vi risulterà liquida, meglio ancora prepararla il giorno prima del consumo. Allungando la nutella con la panna la farcia rimarrà morbida. Prima di servire spolverizzare di zucchero a velo.

Angelica con capperi, olive, acciughe e pomodori secchi

angelica-con-capperi-olive-acciughe-e-pomodori-secchi

300 g di farina 00
200 g di farina manitoba
4 g di lievito di birra disidratato (mastro fornaio) o 12 g di quello fresco
1 cucchiaio raso di zucchero
250 ml di latte
100 ml di acqua
2 cucchiaini di sale
50 ml di olio extravergine d’oliva
200 g tra olive bianche e nere, acciughe, capperi e pomodori secchi sott’olio
1 cucchiaino di origano secco
q.b. olio evo per spennellare


Preparazione: versare le farine, lievito e zucchero nella bacinella della planetaria (questo impasto si può fare tranquillamente anche a mano) munita di gancio. In un boccale versare l’acqua, il latte, l’olio e battere con una forchetta. Azionare la macchina e versare pian piano tutto il liquido. Lasciar lavorare la macchina per 10-15 minuti ed aggiungere il sale 5 minuti prima della conclusione. Trasferire l’impasto in una terrina, coprire con pellicola, non a contatto, e metterlo a lievitare dentro il forno spento con la lucina interna accesa. Sarà pronto quando raddoppierà il suo volume. Nel frattempo preparare la farcia, denocciolare le olive quindi tritare finemente tutti gli ingredienti.
Trascorso il tempo di lievitazione, rovesciare l’impasto sul piano di lavoro infarinato, lavorarlo un pochino quindi stenderlo a formare un rettangolo dello spessore di 2 mm circa. Ricoprire tutta la superficie con la farcia, aggiungere l’origano, un filo d’olio e arrotolare dalla parte della lunghezza lasciando il punto di chiusura di sotto. Con un coltello ben affilato dividere il rotolo in due (dalla parte della lunghezza) quindi intrecciare tra loro le due metà ed infine chiudere a formare una corona. Sigillare con le dita il punto di chiusura. Disporre l’angelica su una placca, foderata di carta forno e rimettere a lievitare dentro il forno, con la lucina accesa, per un’ora. Spennellare l’angelica con abbondante olio evo ed infornare in preriscaldato statico a 180° per 25 minuti.

Spumini con filetti di mandorla e ciliegie candite

spumini-con-filetti-di-mandorla-e-ciliegie-candite

Per 30-35 spumini:
200 g di albumi a temperatura ambiente
200 g di zucchero semolato
200 g di zucchero a velo
2 cucchiaini rasi di fecola di patate
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
1 cucchiaio di succo di limone


Preparazione: mischiare lo zucchero semolato, lo zucchero a velo e la fecola. Iniziare a montare gli albumi e appena inizieranno a schiumare aggiungere il limone e pian piano le polveri, conservandone un quarto che andrà aggiunto a fine montata. Quasi ad operazione ultimata unire la vaniglia. A macchina spenta inserire il resto delle polveri amalgamando per bene con un cucchiaio. Dividere il composto in due terrine. In una metà inserire le ciliegie candite (tagliate a pezzetti) e nell’altra metà i filetti di mandorla. Conservare un po’ di entrambi gli ingredienti per aggiungerli in superficie dopo il confezionamento. Disporre mucchietti (aiutatevi con una sacca poche) sulla placca, foderata di carta forno, aggiungere scagliette di mandorla e pezzetti di ciliegie candite ed infornare a temperatura minima in ventilato per un paio d’ore.

Orange cake

orange-cake

Per il pds:
150 g di farina 00
50 g di fecola
175 g di zucchero semolato
5 uova medie a temperatura ambiente
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
scorza grattugiata di 1 arancia

Preparazione: montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere una massa chiara e gonfia d’aria. Quasi al termine dell’operazione inserire scorza e vaniglia. Setacciare le polveri ed inserirle, delicatamente ma con decisione, nella massa, girando con un cucchiaio dal basso verso l’alto. Imburrare ed infarinare una teglia (Ho utilizzato una teglia da 23 cm di lunghezza e 17 cm di larghezza.) versarci dentro il composto ed infornare in preriscaldato ventilato a 160° per 20 minuti.

Per la bagna:
100 ml di acqua
150 g di zucchero semolato
scorza di ½ arancia
50 m di succo d’arancia (spremuta filtrata)
Preparazione: versare l’acqua in un pentolino, aggiungere lo zucchero, la scorza d’arancia e portare ad ebollizione. Lasciar sciroppare per 2 minuti prima di spegnere. Aggiungere 50 ml di succo d’arancia e lasciar raffreddare.

Per la crema pasticcera:
500 ml di latte
3 tuorli
5 cucchiai scarsi di zucchero
40 g di farina (o maizena)
scorza grattugiata di 1 arancia
1 baccello di vaniglia
Preparazione: scaldare il latte con la vaniglia e la scorza d’arancia. Intanto con una frusta mischiare le uova con lo zucchero poi inserire la farina (o maizena) ed unirla ai tuorli amalgamando con cura. Prendere un po’ del latte tiepido e aggiungerlo a questo composto per sciogliere bene gli ingredienti. Ora aggiungerli al resto del latte e con la frustra girare finché la crema si rapprende. Filtrare la crema, coprire con pellicola a contatto e lasciar raffreddare, prima a temperatura ambiente poi in frigo.

Per la copertura:
500 ml di panna fresca per dolci
300 g di cioccolato fondente
Preparazione: scaldare la panna e scioglierci dentro il cioccolato tagliato a pezzetti. Emulsionare con il minipimer (per eliminare eventuali grumi) e lasciar raffreddare, a temperatura ambiente, girando di tanto in tanto.

Inoltre occorre:
100 ml di panna fresca da montare

Montare la panna ed inserirla in 300 g di crema pasticcera (precedentemente preparata) bella fredda. Dividere il pds in due metà, spennellare abbondantemente sotto e sopra con la bagna quindi farcire con la chantilly. Spatolare anche tutto l’esterno (operazione necessaria per far in modo che la copertura al cioccolato non venga assorbita dal pds). Sistemare la torta su una gratella e, non appena la ganache al cioccolato avrà raggiunto la giusta consistenza, colarla uniformemente sulla torta.

Involtini di pollo al vino bianco con erbette e olive

involtini-di-pollo-al-vino-bianco-con-erbette-e-olive

6 sovracosce di pollo
100 g di olive (io ho usato le olive sarde ma voi usate quelle che preferite)
1 cipolla
3 fette di pancetta (un po’ spessa)
1 bicchiere di vino bianco secco
q.b. erbette (salvia e rosmarino)
q.b. sale
q.b. pepe
q.b. olio extravergine d’oliva


Preparazione: disossare, eliminare la pelle e battere con il batticarne le sovracosce. Tritare finemente le erbette (un cucchiaio circa) e condire ogni fetta di carne, aggiungere sale, pepe e un filo d’olio. Arrotolare la carne, sistemare mezza fetta di pancetta nella chiusura e legare l’involtino con un pezzo di spago da cucina (o chiudere con degli stecchini). Affettare finemente la cipolla e rosolarla dolcemente con un filo di sale e 2 cucchiai d’acqua. Aggiungere gli involtini e tostarli da tutti i lati quindi sfumare col vino bianco. Unire le olive ancora un rametto di rosmarino, qualche foglia di salvia, ½ bicchiere d’acqua, aggiustare di sale, coprire, abbassare la fiamma e far cuocere per 35 minuti circa. Si dovrà ottenere un intingolo bello ristretto.

Tagliatelle ai granchi di mare

tagliatelle-ai-granchi-di-mare

600 g di granchi di mare
500 g di passata di pomodoro
½ bicchiere di vino bianco secco
2 spicchi d’aglio
1 scalogno piccino
1 peperoncino
1 rametto di timo
½ cucchiaio di prezzemolo tritato
q.b. sale
q.b. olio extravergine d’oliva
300 g di tagliatelle


Preparazione: sciacquare i granchi sotto l’acqua corrente, eliminare le zampette (lasciare le chele) con un movimento rotatorio e lasciarli sgocciolare per bene. In un pentolino mettere a scaldare tre cucchiai d’olio e far rosolare lo scalogno tagliato a pezzetti, gli spicchi d’aglio interi, il peperoncino e il rametto di timo. Eliminare l’aglio, buttarci dentro i granchi, il prezzemolo e farli rosolare finché non prenderanno un colore rossastro. Sfumare col vino bianco e dopo un minuto a fiamma vivace aggiungere la passata di pomodoro, il sale, ½ bicchiere d’acqua, coprire parzialmente e far cuocere a fuoco lento per 35 minuti. Cuocere le tagliatelle e condirle col sugo ai granchi.
N.B. Io li surgelo prima di cucinarli.
Per le tagliatelle (se volete prepararle a casa come faccio io) occorre 1 uovo e 1 pz di sale ogni 100 g di farina.

Cuore Malibù

cuore-malibu

Per il pan di spagna:
250 g di uova intere a temperatura ambiente (5 medie circa)
175 g di zucchero
150 g di farina 00
50 g di farina di cocco
1 cucchiaio di cacao
1 baccello di vaniglia
Preparazione: montare uova e zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Spegnere la macchina ed inserire le polveri setacciate (tranne il cacao) girando con un cucchiaio dal basso verso l’alto avendo cura di non smontare la massa. Versare ¾ del composto in una teglia da 25 x 24 cm precedentemente imburrata e infarinata. Nel resto del composto aggiungere 1 cucchiaio di cacao, amalgamare per bene e versare in uno stampo a cuore più piccolo da 18×16 , ed infornare in preriscaldato ventilato a 160° per 20 minuti. Il cuore piccolo cuocerà in 12-15 minuti.


Per la crema pasticcera:
500 ml di latte
3 tuorli
5 cucchiai scarsi di zucchero
40 g di farina (o maizena)
scorza grattugiata di 1 limone
1 baccello di vaniglia
200 g di cioccolato fondente
Scaldare il latte con la vaniglia. Intanto con una frusta mischiare le uova con lo zucchero poi inserire la farina (o maizena) ed unirla ai tuorli amalgamando con cura. Prendere un po’ del latte tiepido e aggiungerlo a questo composto per sciogliere bene gli ingredienti. Ora aggiungerli al resto del latte e con la frustra girare finché la crema si rapprende. Porre 350 g della crema ottenuta in una terrina ed incorporarvi il cioccolato precedentemente sciolto. Lasciar raffreddare entrambe le creme con pellicola a contatto.


Per la bagna:
100 ml di acqua
150 g di zucchero semolato
50 ml di malibu (rum al cocco)
Preparazione: versare l’acqua in un pentolino, aggiungere lo zucchero e far sciroppare per qualche minuto a fiamma bassa. Una volta freddo aggiungere il liquore.

Inoltre occorrono:
q.b. cocco per la copertura
q.b. codette di cioccolato
100 ml di panna da montare

Spaccare entrambi i cuori al centro in due perfette metà. Spennellare con la bagna il primo cuore (quello grande), farcire con la crema al cioccolato, spennellare anche la parte superiore quindi chiudere e passare al cuore più piccolo. Spennellare di bagna, farcire con la crema pasticcera bianca, spennellare anche la parte superiore e chiudere. Montare la panna e con essa spatolare entrambi i cuori. Decorare il piccolo con del cocco grattugiato e il grande con le codette di cioccolato, poi (con l’aiuto di una pala da torta) sistemare il cuore piccino al centro di quello grande.

Tortino di patate e salmone

tortino-di-patate-e-salmone

2 patate belle grandi
100 g di salmone affumicato
4 uova
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 spicchio d’aglio
5 cucchiai di pane grattugiato
q.b. sale
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Preparazione: lessare le patate, spellarle e schiacciarle con una forchetta. Rompere le uova e metterle in una terrina, aggiungere il prezzemolo, l’aglio grattugiato, l’olio, il sale e battere tutto con una forchetta. Aggiungere il salmone spezzettato, le patate, il pane grattugiato ed amalgamare tutto per bene. Ungere una teglia da 21 cm di diametro, spolverizzarla con del pane grattugiato e versarci dentro il composto. Infornare in preriscaldato ventilato a 160° per 25 minuti.

Insalata di farro con verdure saltate

insalata-di-farro-con-verdure-saltate

300 g di farro
1 melanzana
1 peperone
1 zucchina
1 carota
1 pomodoro
1 scalogno (a piacere)
qualche foglia di basilico
q.b. olio extravergine d’oliva
q.b. sale
q.b. pepe

Preparazione: far saltare in padella le melanzane a cubetti con un filo d’olio extravergine d’oliva e un po’ di sale fino a completa tostatura. In un’altra padella fare altrettanto con lo scalogno ed il resto delle verdure sempre tagliate a cubetti. Una volta cotte entrambe unirle in un’unica padella. Ora spellare il pomodoro e privarlo dei semi e del liquido di vegetazione, tagliarlo a cubetti ed unirlo alle verdure. Spezzettare con le dita le foglie di basilico e saltare il tutto a fuoco vivo per qualche minuto. Lessare il farro e condirlo prima con dell’olio extravergine d’oliva poi col preparato di verdure. Dose per 6-7 persone.